In Finanza Agevolata, News

Percorso di ISTRUZIONE FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE – IFTS in

TECNICO PER LA PROMOZIONE DI PRODOTTI E SERVIZI TURISTICI CON ATTENZIONE ALLE RISORSE, OPPORTUNITA’ ED EVENTI DEL TERRITORIO

Filiera Turismo

L.I.DIGI.TOUR – Learn Innovative DIGItal TOURism”

Progetto n. 196579  – Matricola n. 2018PS0371

Avviso pubblico per il finanziamento di percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (I.F.T.S.) nelle filiere Agribusiness, Carta, Marmo, Meccanica ed Energia, Turismo e Cultura, a valere sul POR -Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione- FSE 2014-2020 – Asse C Istruzione e Formazione Ob. Specifico C.3.2.1.a”approvato con Decreto Dirigenziale n. 11219 del 25/07/2017, ammesso a finanziamento con D.D. 3672 del 20/02/2018

Oggi, 11 giugno 2019, con la pubblicazione (non ai fini commerciali) di un fascicolo che contiene tutte le evidenze documentali del percorso (e che ha visto il contributo della Prof.ssa Paola Puma, docente della Scuola di Architettura dell’UNIFI) si è chiuso ufficialmente il progetto di cui in oggetto, che ha visto tutti e 19 gli allievi ammessi all’esame conseguire la specializzazione nazionale IFTS in TECNICO PER LA PROMOZIONE DI PRODOTTI E SERVIZI TURISTICI CON ATTENZIONE ALLE RISORSE, OPPORTUNITA’ ED EVENTI DEL TERRITORIO.

Gli esami, tenutisi al Fermi di Pontedera (sede di tutte le lezioni d’aula) nei giorni del 22 e del 23 maggio alla presenza della Regione Toscana e dei rappresentanti di Associazioni di categoria (oltre che ai membri del partenariato), hanno visto ottime performance da parte degli allievi, a riprova della proficuità del corso e della crescita personale e professionale dei ragazzi.

L’intervento, progettato dal Centro Servizi Soldani Srl (soggetto capofila), in collaborazione con Sida Group Srl, Associazione Teatro del Silenzio “A. Bocelli” di Lajatico, Università di Firenze, I.T.C.G. “E. Fermi” di Pontedera (partners) e tutte le aziende e gli enti (Comune Di Lajatico, Comune di Capannoli, Comune di Buti e PIN di PRATO) che hanno deciso di aderire, aveva l’obiettivo di incentivare la crescita economica e l’occupazione nel territorio regionale attraverso la formazione di figure professionali chiave da inserire all’interno della filiera del turismo.

Il progetto, finanziato con le risorse del POR-FSE 2014-2020 (POR -Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione- FSE 2014-2020 – Asse C Istruzione e Formazione Ob. Specifico C.3.2.1.a”approvato con Decreto Dirigenziale n. 11219 del 25/07/2017, ammesso a finanziamento con D.D. 3672 del 20/02/2018) ha mirato a creare figure all’avanguardia nel settore turistico, cioè figure in grado di utilizzare le nuove tecnologie di comunicazione ed i nuovi strumenti informatici, per implementare al meglio le opportunità derivanti dal settore dell’ICT ed adattarle alle esigenze del mondo turistico, partendo da una conoscenza strutturata delle opportunità e delle risorse del territorio, dalla capacità di analizzare la tipologia dei flussi turistici e quindi utilizzare le leve strategiche e operative del marketing territoriale, al fine di promuovere l’offerta turistica: sia facendo emergere l’eccellenza intrinseca di molte realtà del nostro territorio che hanno difficoltà a valorizzarsi sul mercato, sia presentando quella stessa offerta in modo tale che risaltino quegli elementi verso i quali l’analisi condotta (precedentemente all’attività di promozione) ha mostrato esistere una maggiore sensibilità da parte dei turisti.

Il settore oggetto del presente percorso formativo è ad alto valore strategico per tutto il territorio regionale, essendo caratterizzato da un numero sempre crescente di turisti che affluiscono tanto per visitare i musei e le città d’arte quanto per godere delle bellezze paesaggistiche e delle prelibatezze enogastronomiche della nostra Regione, le quali hanno fatto sì che la filiera dell’agribusiness in chiave turistica assumesse un peso specifico importante nel contesto economico.

La filiera del turismo è alla ricerca di giovani ed adulti con competenze specializzate da inserire nei propri organici, pertanto il progetto ha perseguito il macro-obiettivo europeo dell’aumento dell’occupazione: rispondendo a questo fabbisogno e creando dei tecnici che sappiano interfacciarsi sul mercato con delle competenze aggiornate e che guardino al futuro della filiera turistica nell’ottica e con l’obiettivo di sfruttare l’elevato potenziale che origina dal combinato disposto tra l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali (in termini di prestazioni e di quantità e qualità dei dati raccoglibili) e l’applicazione degli strumenti più evoluti e aggiornati del marketing territoriale ed operativo.

L’intervento realizzato quindi, è stato mosso in particolare dalla volontà di offrire un contributo reale, concreto e significativo all’occupabilità della Regione, andando a formare una figura professionale:

a) altamente richiesta nel contesto economico-produttivo-turistico, come è dimostrato dal numero di aziende e realtà della Filiera che sono state coinvolte nel progetto, e che non soltanto hanno ospitato gli allievi in stage, ma che già in questa fase stanno convogliando il loro interesse verso una possibile assunzione;

b) le cui competenze teoriche e il cui sapere pratico saranno effettivamente spendibili all’interno del mercato del lavoro, attualmente sprovvisto di tali professionalità (per la maggior parte), eppure estremamente bisognoso di rispondere a quelle necessità espresse dall’utenza e dal contesto di riferimento, che soltanto conoscenze specifiche (teoriche) e competenze tecnico-pratiche possono soddisfare.

Recent Posts

Inizia a digitare e premi Invio per cercare